Il Cimitero Monumentale di Santa Ifigenia a Santiago de Cuba

Buongiorno erranti,

per chi mi segue su Instagram, avrà notato che questo freddo mi fa postare spesso foto di Cuba,e visto che  ho parlato solo di l’Havana e delle città coloniali di Trinidad, Cienfuegos e Camanguey. Oggi voglio affrontare riprendere in mano il tema cubano, ma non parlerò del caldo, del mare, delle città, delle persone o del ballo, ma di un monumento molto importante per i Cubani: il Cimitero Monumentale di Santa Ifigenia a Santiago de Cuba.

Come ho scritto negli altri post, sono andata a Cuba in un momento particolare, era passato un mese dalla morte di Fidel Castro, e il Paese era sempre sconvolto (nel bene e nel male) da questa perdita. Senza entrare in questioni politiche, Santiago è stata la città natale di Fidel Castro, da qui partì la Revolucion  nel 1952 e sempre qui è stato sepolto, nel Cimitero Monumentale di Santa Ifigenia.

Cimitero di Santa Ifigenia

Il Cimitero di Santa Ifigenia nacque per accogliere le vittime di guerra e coloro che furono colpiti dall’epidemia della febbre gialla; ospita 8000 tombe, fra cui diverse di personaggi importanti per la storia di Cuba. Si tratta di un cimitero imponente, ricco di statue in marmo, proveniente dalle cave di Carrara. Vennero sepolti non solo i rivoluzionari cubani, ma anche gli artisti, i compositori e i musicisti.

Possiamo trovare dal primo presidente di Cuba, Tomas Estrada Palma, a Emilio Bacardi y Moreau, famoso produttore di rum, al padre dell’indipendenza cubana Carlos Manuel de Céspedes fino al musicista e compositore Compay Segundo, diventato famoso per il disco e il film Buena Vista Social Club.

Mausoleo di Jose Marti

Sicuramente da vedere è il Mausoleo di Jose Marti, eroe nazionale e poeta. All’interno di questa struttura imponente si trova la bara in legno, sempre coperta dalla bandiera cubana: Il mausoleo ha forma esagonale, ogni lato ha presente una finestra, dalla quale entra un raggio di sole per illuminare la tomba. Questo dettaglio riporta a una poesia di Marti, che si augurava di non morire da traditore nell’oscurità, ma con il volto rivolto al sole.

Il Mausoleo è vigilato dai soldati, che fanno il cambio della guardia ogni trenta minuti. Assolutamente da non perdere.

Cambio della guardia,CImitero di Santa Ifigenia

Monumento a FIdel Castro

Poco lontano dal Mausoleo di Jose Marti si trova il Monumeto a Fidel Castro: molto semplice, niente marmi, nessun mausoleo: una semplice roccia grigia rotonda, dove è riportata una targhetta con il nome FIDEL, secondo quanto aveva lasciato scritto.

Per accedere alla tomba occorre mettersi in fila, per arrivare nelle vicinanze a salutare il Lider Maximo. Non so come è ora, ma quando sono andata io, dopo un mese dalla morte, sembrava un vero e proprio pellegrinaggio.

L’atmosfera è solenne in tutta la zona cimiteriale, ma attorno a Fidel lo diventa ancora di più: cubani che erano arrivati da tutta l’isola per portare il proprio saluto al Cimitero di Santa Ifigenia.

Tomba Fidel; CImitero di Santa IfigeniaA volte è strano, quanto l’arte e architettura funeraria diventi importante e solenne. Voi che ne spensate? Avete mai visitato cimiteri monumentali?

Ingegnererrante

Annunci

22 thoughts on “Il Cimitero Monumentale di Santa Ifigenia a Santiago de Cuba”

  1. Certo che andare a Cuba poco dopo la morte di Fidel deve essere stato molto particolare! Io ci ho passato 5 giorni a Santiago, ma era il periodo del carnevale e quindi il cimitero l’ho saltato. Ero piú presa dalla festa 🙂 Ad ogni modo, io adoro visitare i cimiteri monumentali. Li trovo meravigliosi! 🙂

    1. È stato molto particolare e sentito in tutta l’isola parlando con le persone, ma soprattutto Santiago. Sono bellissimi i cimiteri. Monumentali

  2. Sì, spesso! Secondo me visitare i cimiteri è un buon modo per conoscere la cultura di un paese… pensa al cimitero di Highgate a Londra, il Pére Lachaise a Parigi o il cimitero delle Porte Sante a Firenze. Sono luoghi d’arte.

    1. Hai detto delle cose giustissime, è quello che ho cercato di far passare tramite il mio post. Non bisogna sempre pensare ai cimiteri come luoghi da non visitare

  3. I cimiteri sono davvero dei luoghi ricchi di storia e di curiosità, io sono anni che vorrei visitare il monumentale di Milano, mi devo decidere a farlo! Grazie per questa dritta così curiosa

  4. Certo che sì, prima di tutto a Roma (il cimitero del Verano)! I cimiteri monumentali mi piacciono molto, perché sono i luoghi in cui è possibile entrare in contatto con i personaggi del passato. Originale, da parte tua, dedicare una giornata a questo con tutto il mare e i sole che ci sono a Cuba 😉

  5. Che bella dev’essere Cuba… Il clima, la gente, la vita e l’atmosfera che si respira. Io non sono da cimiteri e non ci andrei… Ma x Cuba partirei oggi stesso 😊

  6. A me piace visitare anche i cimiteri monumentali.. hanno il loro fascino e fanno parte della cultura di un determinato luogo..
    Cuba non l’ho vista.. ma se dovessi mai visitarla, vorrei vedere anche questo cimitero 😉

  7. Penso che i cimiteri siano luoghi molto affascinanti e ricchi di storia e cultura.. Per questo, sono per me importantissimi e mi piace sempre tanto visitarli!

  8. Sono stata a Cuba tantissime volte e quel cimitero è sempre stato tappa dei miei viaggi. Ho studiato, per motivi di tesi, molto del Movimento 26 Julio e lì ne ho ritrovato l’essenza nell’aria.

Se ti è piaciuto o hai domande sul post, lascia un commento. Sarò felice di leggerti e risponderti!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.